I valori in campo e le Verdure Valorose

La Francia ha formalmente proibito alle donne di andare in giro vestite come pare a loro.
Qualche moralista potrebbe dire: “Giusto, tutte ‘ste ragazzine con le tette di fuori distraggono quel sant’uomo di mio marito!”
INVECE NO care le mie teste di cazzo benpensanti, ha proibito alle donne di coprirsi troppo, usando il “burkini”, ovvero il costume da bagno creato per donne musulmane.
Il celebre motto della rivoluzione francese che ha resistito a invasioni, despoti europei, guerre e nazismo può finalmente essere completato: “libertè [di fare quello che diciamo noi], fraternitè [ma senza troppa confidenza] egalitè [ega-cosa?]”. 
Onestamente io credo che qualunque attività regolata dal rapporto con un amico invisibile (Dio, Allah, Jehovah, la pantera che potevo vedere solo io a sette anni)  difficilmente possa avere un briciolo di buonsenso. Sono molto più d’accordo con il naturismo, per cui nella nudità del corpo umano non c’è nulla di scandaloso se non  per la mente di chi osserva.
Per i musulmani il coprire centimetri di pelle delle loro donne sarebbe anche un fatto di “protezione”, ignorando così un fatto fondamentale: lo stupratore agisce in modo assolutamente slegato alla “provocazione”. Infatti quando ad essere stuprato è un bambino o un uomo nessuno cavilla sui suoi calzoni.
Fatta questa doverosa precisazione, rimane il fatto che mia nonna se si voleva fare due passi in spiaggia in Sardegna ci andava vestita con il vestito da vedova, nero e che copriva praticamente tutto, senza che nessuna guardia avesse da obbiettare.
Le suore in spiaggia mica si spogliano, anzi, sono vestite in modo curiosamente simile alle loro vicine di ombrellone di fede islamica. Qualcuno le multa quando entrano in acqua coi loro assistiti? No. Le donne col Burkini? Sì, una multa anche salata a quanto dicono. Quindi l’amico invisibile delle suore può dire loro come vestirsi, quello delle musulmane no, lo dice la legge. E questo si chiama razzismo.
Il premier Valls giustifica tale legge asserendo che il burkini “non rientra nei nostri valori”. Giusto. Tutto ciò che non è coerente con la cultura europea andrebbe abolito.
Aiutiamolo allora a fare chiarezza: contro i valori europei dovrebbe esserci la guerra, il suo finanziamento e la produzione di armi.
Contro i valori europei dovrebbe esserci anche il colonialismo: la Francia ha ancora un grande potere sull’economia di molti paesi (tra cui quelli dove le donne mettono il velo) che poi si sente in diritto di bombardare per questioni di sicurezza.
Contro i valori europei dovrebbe esserci il possesso di armamenti nucleari, ma contro quello non si può mica discutere, l’atollo di Mururoa aveva bisogno dei test militari con bombe atomiche, se no che cosa ce l’hai a fare un armamentario da guerra se non per incutere timore?
Contro i valori europei dovrebbe esserci tutto ciò che nuoce alla salute e alla cultura delle nostre terre: sarei pure io d’accordo, in nome dei nostri valori, a mettere al bando le catene di cibo spazzature come MerDonald.

Sapete invece di un buon cibo che fa bene a tutti? Le Verdure Valorose al forno strato su strato! Ho comprato l’affetta-verdure che mi ha risolto tantissimo l’annoso problema delle fettine di funghi sottili sottili che più sottili non si può.
Ingredienti: una cipolla rossa, una rapa rossa, 250 gr di funghi, tre patate di media dimensione, due zucchine, un cucchiaino di rosmarino, un cucchiaino di salvia, olio EVO e sale qb.
Affettate tutte le verdure sottilmente. Semplicissimo. Mettete in una ciotola olio, sale, salvia e rosmarino. A questo punto, spennellate di olio e aromi una teglia dai bordi alti, fate uno strato di patate, spennellate, fate uno strato di rape, spennellate, fate uno strato di funghi, spennellate, fate uno strato di zucchine, spennellate, fate uno strato di cipolla e indovinate poi cosa? SPENNELLATE! e via così fino a esaurire gli ingredienti. Coprite la teglia con un foglio di alluminio e mettete in forno preriscaldato a 200° per 30 minuti, quindi togliete dal forno, rimuovete l’alluminio stando attenti alla vampata di vapore che uscirà, rimettete in forno col grill a temperatura massima per 5-10 minuti e lasciate in forno spento altri dieci minuti. Vi aspettano strati su strati di sapore a tavola!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...