ACAB d’Egitto e Empanadas

L’ottusità genera mostri, e l’ottusità è spesso esercitata dal potere. Per misurarne l’intensità basta constatare la qualità del lavoro delle cosiddette “forze dell’ordine”, quelle che da noi ottengono lo stesso grado di successo nelle indagini sulle grandi stragi come per il ritrovamento della mia bici: zero.

La polizia egiziana non sarebbe da meno: Giulio Regeni, per gli Amici Con Altri Benefici (meglio noti come “sbirri”) del paese delle piramidi, sarebbe morto a causa di un incidente automobilistico
Ora, se un ragazzo con simpatie politiche avverse al regime locale e con contatti coi sindacati dei lavoratori sfruttati del luogo sparisce per quasi una settimana, viene ritrovato con più ossa rotte che ossa intere, con vari segni di tortura evidenti e la polizia cerca di insabbiare il tutto con un “incidente”, a me personalmente viene da pensare che sappiano qualcosa. Ma a chi si potrà chiedere di fare luce sull’accaduto?

Per una triste coincidenza, il ritrovamento del corpo di questo ragazzo è avvenuto a ridosso del (mancato) compleanno di Vik Arrigoni. Non ce ne dimentichiamo, Vik, sempre qua stai.

Passando alla notizia del giorno (secondo repubblicapuntoit), sul fronte comunismo è allegria, scoppio di tricke tracke, lacrime di juoia, applausi e vere emozioni DOC.
Kim Jong Coso, quello che se non gli stai simpatico ti fa CANNONEGGIARE, avrebbe dato il via al programma spaziale nord coreano:
v6otg
Cioè seriamente. La popolazione nord coreana è denutrita. Ma l’ottusità tipica di chi ama le divise militari dà priorità alle armi e alle tecnologie connesse. Complimenti al leader Kim e alla sua capacità di gestione del suo prodotto interno.

Un prodotto con un interno assai gradevole è l’empanada!
Questo piatto sud Americano viene preparato come un panzerotto e ci si può mettere quello che si vuole.
Ieri con un’amica argentina ne abbiamo fatto di diversi.
INGREDIENTI
-Per la pasta: 2 tazze di farina integrale, un pugno di origano secco, una presa di sale, 4 cucchiai di olio di semi di girasole, acqua qb.
-Per il ripieno. QUELLO CHE VOLETE, le empanadas si fanno di solito con carne macinata uvetta e cipolla, ma se volete fare quello che abbiamo fatto noi prendete: tre foglie di cavolo nero, quattro manciate di rucola fresca, una carota, un broccolo piccolo, una cipolla, un quarto di verza verde media, 4 cucchiai di olio EVO, coriandolo 1 cucchiaino, sale 1 cucchiaino, pepe 1 cucchiaino, cumino in polvere 1 cucchiaino, e inoltre un vasetto di fagioli, riso bollito avanzato da pranzo, olive nere a piacere.

Lavate e tagliate le verdure finemente, mettendo in una wok o una padella grande a fiamma bassa per circa venti minuti, rigirando di tanto in tanto ed aggiungendo uno o due bicchieri d’acqua per ammorbidire.

Mescolate i fagioli, le olive e il riso in una ciotola grande.

Mescolate gli ingredienti per la pasta in una terrina capiente, lavorando con l’acqua fino ad ottenere un impasto soffice, elastico e compatto. Stendetelo aiutandovi con un mattarello, ottenendo dei cerchi di pasta sottile circa 2-3 mm, potete aiutarvi con una ciotola e un coltello per fare delle forme tonde tutte uguali. Prendete il vostro ripieno: so che sarete tentati di riempire le vostre empanadas in modo atroce, ma provate a non farli scoppiare, d’accordo? Chiudeteli aiutandovi con una forchetta.

A questo punto avete due scelte.
O li infornate in una teglia con carta da forno unta per circa 20 minuti a 180°, o li friggete.
Io non vi giudicherò.

220px-vegetable_empanadas
(immagine Wiki)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...