All I want for Xmas

Ragazzi ci siamo!
Anche quest’anno potremmo sopravvivere all’olocausto culturale delle festività di fine anno. Bisogna tenere duro. Entro qualche ora il peggio sarà passato.
Rimarrà solo la befana, che non ho mai capito cosa c’entri una vecchia a volo di scopa con l’arrivo di tre monarchici negromanti (Baldassare, Gaspare e Zuzzurro) al cospetto del campione di corsa sull’acqua. Sti cacchio di sincretismi cristiani che denaturano simpatiche tradizioni pagane con episodi pallosi come tre babbioni a spasso con bizzarri doni. Per quanto mi riguarda, la festa della befana serve solo a ricordarti che i resti di natale sono da buttare, ché son passate quasi due settimane!
Anyway, BRICIOLE NEL LETTO (cit.) a quelli che a capodanno non si decidono a farti sapere cosa fanno e tu hai organizzato tutto con gli amici e siete in un numero variabile da 10 a infinito! Questa la maledizione di Falce e Mattarello!
Poco fa riflettevo sul fatto che per diversi anni, da piccolo, ho chiesto al ciccione ammazza sindacalisti elfici a babbo natale di portarmi delle armi.
Non volevo quelle giocattolo: volevo la cosa più simile ad un’arma vera! E questo ricordo mi ha dato da pensare. Cosa ci trovavo di così affascinante?
Credo che la causa fosse un po’ nell’ambiente culturale barbaricino, le cui epica ed etica sono intrise di storie truculente, un po’ nell’enorme quantità di fiction su guerra e vendicatori di cui facevo indigestione. Insomma, ero un bel po’ incasinato. (Che poi, tuttora se avessi tempo mi butterei a fare softair come se non ci fosse un domani, e ho perso qualche diottria a Call of Duty, quindi rimane qualcosa di latente…)
Quest’anno onestamente non avrei proprio saputo cosa chiedere. Sento di avere avuto una bella fortuna sia per le esperienze fatte che per le persone a me care che mi hanno sostenuto. (Fine momento “AAWW” e cuoricini). Un contratto decente rimarrebbe comunque un bel pensiero, in attesa mi accontento di quello che ho!
Invece voi vi dovrete accontentare di una idea per una colazione dolce:

CAFFÈ SALENTINO INVERNALE SPACCADIETA
Ingredienti per 1 tazza:
1 tazzina di caffè, 1/3 di bicchiere di latte di mandorla, 1/3 di bicchiere di latte di soia o riso, un cucchiaino di zucchero di canna o di sciroppo d’agave, un cucchiaino di panna montata vegetale, mezzo cucchiaino di cacao amaro.
In un pentolino scaldate il latte di mandorla e il latte di soia o riso, senza portarlo ad ebollizione. Sciogliete lo zucchero o lo sciroppo, quindi versate il caffè che avrete preparato in precedenza. Decorate con la panna e concludete con una spruzzata di cacao amaro.
E buon anno!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...