I Compagni a tavola e il fritto zozzo

I compagni a tavola oscillano tra due estremi che proprio non vanno d’accordo.

Ci sono quelli che “basta che sia commestibile al 50%” lo buttano in gola e nel dubbio prima lo passano nel grasso o in friggitrice. Sono i campioni cinture nere di colesterolo, quelli che optano per salsiccia e piadina, panino con porchetta, patate fritte nello stesso olio del giorno di apertura “da Nando lo zozzone: il compagno più unto da questa parte della cortina di ferro” .
E poi ci sono quelli che non si siedono se anche il tovagliolo non è vegan, equosolidale e biologico, che guardano con un po’ di panico ad ogni piatto temendo di cogliere un accenno di burro nel pasto. Io tendo molto a questa seconda parte, soprattutto essendo vegano da relativamente poco e quindi dovendo imparare (a mie spese) come mangiare nel modo che vorrei.

Il problema è che accantonata la dieta del mangiabambini e magnapreti, cercando fonti proteiche vegetali, quando mi pigliava l’embolo del “ho bisogno di cibo spazzatura” non sapevo cosa fare. Ma ora lo so:

Cotolette di tofu ecchetelodicoafare

ingredienti:

per le fettine: 400 gr di tofu fresco, cinque cucchiai di salsa di soia, tre cucchiai di salsa, barbecue, un bicchiere di latte di soia

per la pastella saporita:

50 gr di farina di ceci, un cucchiaio di paprika dolce, un cucchiaio di curcuma, un cucchiaio di coriandolo, un cucchiaino da caffè di peperoncino, un cucchiaino da caffè di pepe, un cucchiaio di aglio in polvere, un cucchiaio di cumino (meglio in polvere), una tazza di cereali tipo corn flakes da colazione non zuccherati, oppure 1/2 tazza di cereali non salati e 1/2 tazza di patatine (del tipo in busta che si vende in qualsiasi alimentare)

Olio di semi, Sale

In una terrina, vassoio, teglia o quel che avete basta che sia ampia e bassa, grezie, mettete il tofu tagliato a fette di circa mezzo centimetro. Mescolate salsa di soia (vi consiglio il tipo leggero, non quella tipo black pearl che ha un gusto troppo forte) il latte vegetale con la salsa barbecue e usate il composto per marinare le fette, lasciando a riposare al chiuso per taaaanto tempo (da mezz’ora a qualche ora).

A questo punto preparate la pastella triturando come meglio credete i corn flakes e se le avete le patatine: potete metterli in una busta e passarci il mattarello, potete metterli nel mixer per qualche secondo in modo da avere pezzetti ancora consistenti (e non una polvere che non serve a niente) o usare un mortaio se vi piace fare le cose alla vecchia maniera. Questa mistura di pezzetti di roba croccante darà un tocco rustico al piatto. In ogni modo, unite il tutto alle spezie e aromi e alla farina di ceci.

Disponete la mistura secca in un piatto su cui adagerete le fette di tofu avendo cura di ricoprirle e pressarle delicatamente in modo da impanarle.

Con l’aiuto di una spatola di metallo prendete le fette e cuocetele in abbondante olio precedentemente scaldato, per poi asciugarle sulla carta assorbente e salate a vostro gradimento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...